Come preparare il mocaccino con la moka? I consigli per un tripudio del gusto

Esistono numerosi varianti con alla base il caffè. Dalle più golose e semplici a quelle più ricercate. Questo grazie alla versatilità di una bevanda che bene o male si presta perfettamente all’accostamento dei più disparati ingredienti. In questo articolo ne tratteremo uno in particolare. Il mocaccino. Ma cos’è? Scopriamolo insieme.

 

Mocaccino, di che si tratta?

Il mocaccino è una bevanda che si identifica come la perfetta via di mezzo tra caffè e cappuccino. Apprezzatissima da grandi e piccini, presenta anche diverse varianti che lo adattano a grandi linee ai gusti dei più esigenti. Presumibilmente originario del Piemonte o comunque del nord Italia, risulta essere il giusto compromesso tra il gusto intenso e forte del caffè e la dolcezza del cioccolato mista alla delicatezza del latte. Ma da cosa si compone con esattezza? Ecco la lista dettagliata degli ingredienti:

  • Caffè.
  • Latte.
  • Cioccolato fondente o extra fondente.
  • Panna. (opzionale)
  • Cacao in polvere amaro.

  

Una volta scoperti gli ingredienti principali, cercheremo di capire come e dove è possibile consumarlo. Ebbene non solo è possibile gustarne la bontà al bar, ma per la gioia di molti; il mocaccino è possibile prepararlo anche a casa. Sarà sufficiente anche una comune Moka e altri pochi ingredienti per realizzare uno squisito mocaccino fatto in casa. Vediamone subito la preparazione.

Ingredienti per 1 persona.

  • 200 ml di latte (a propria scelta tra, scremato, parzialmente o intero)
  • 1 tazza di caffè. (in questo caso caffè con Moka)
  • 50 ml di panna (andrà montata per una resa migliore)
  • 40gr di cioccolato fondente.
  • Cacao in polvere qb.

Procedimento:

  1. Prima di cominciare a preparare il caffè, è bene concentrarsi dapprima sulla preparazione della panna. Quindi montiamola fino a raggiungere cremosità e volume.
  2. Successivamente riempiamo la Moka e prepariamo una quantità di caffè pari a quella di una tazzina.
  3. Al contempo, procuriamoci un pentolino dove versare il latte (200ml) e scaldiamolo fermandoci a poco prima dell’ebollizione.
  4. In un bicchiere di vetro (come tradizione vuole per un classico mocaccino) versiamo il cioccolato in pezzi (40gr) ricoprendone così il fondo.
  5. Una volta ben distribuito nel bicchiere, sarà opportuno scioglierlo versando il latte ben caldo.
  6. A questo punto, per agevolare il processo, mescoliamo per bene. Il cioccolato dovrà sciogliersi del tutto.
  7. Finalmente sarà il momento di versare il nostro buon caffè. Aiutatevi con un cucchiaio poggiato al bicchiere con la parte panciuta verso l’alto. Questo eviterà una versamento troppo violento.
  8. Per ultimo, aggiungete una spolverata di cacao per concludere.

A fine preparazione potrete zuccherare a vostro piacimento. Se voleste dare al vostro mocaccino fatto in casa un tocco più professionale, procuratevi un montalatte o una macchinetta apposita. Questo processo potrebbe sostituire l’utilizzo della panna se non è di proprio gradimento. La chiave è quella di ottenere l’effetto schiumoso che conosciamo e gustiamo nei mocaccini bevuti al bar. Questo non è impossibile da ottenere con i giusti accorgimenti. Di fatti, schiumando il latte, sarà possibile simulare la consistenza del mocaccino perfetto.

Piccoli accorgimenti per un mocaccino perfetto.

Ci sono dei dettagli che potrebbero sicuramente dare al vostro mocaccino fatto in casa una marcia in più. Innanzitutto è sempre bene utilizzare come base un bicchiere in vetro abbastanza capiente e profondo. Un’altra cosa da non sottovalutare e il modo di distribuzione degli ingredienti all’interno del bicchiere. Sì perchè il mocaccino ha una distribuzione a strati. Di conseguenza è buon regola non mescolare il latte dal caffè al cioccolato. Ognuno deve avere un proprio spessore ed una propria consistenza.

Ma quante versioni esistono?

Come ogni altra cosa, anche il mocaccino, nel tempo, ha avuto modo di essere sperimentato in numerosissime varianti. Si va dal classico al mocaccino con liquore di cioccolato in sostituzione ai pezzi di cioccolato puro. Un’altra versione è quella preparata con l’utilizzo di cioccolato bianco (consigliabile non zuccherare o zuccherare appena) oppure aggiungere un doppio strato di latte schiumato. Insomma non si finisce mai di sperimentare. E questo è un qualcosa che possiamo fare anche a casa a nostro gusto.

Mocaccino, da non confondere col Marocchino.

Spesso entrambe le bevande vengono erroneamente confuse. Questo perché a prima vista potrebbero anche somigliarsi nell’aspetto. Ma di base c’è una sostanziale differenza che contraddistingue un mocaccino da un marocchino. Nel marocchino, infatti, non si utilizza né il cioccolato né la panna.

Conclusioni.

Il mocaccino, quindi, non è una bevanda da gustare solo ed esclusivamente al bar. Con i giusti strumenti, sarà possibile prepararlo persino in casa. Tutto in fin dei conti parte dal caffè, e per prepararlo basta una comunissima Moka. Starà a noi cimentarsi seguendo passo dopo passo tutti i procedimenti per poter gustare alla fine, un delizioso mocaccino fatto in casa. Sbizzarrite la vostra voglia di sperimentare vi basterà poco per creare una dolce alternativa al classico cappuccino o ad una semplice tazzina di caffè. Ogni tanto variare non guasta, quindi perchè non farlo anche in questo caso? Buon mocaccino a tutti!


Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
sceltacaffettiera.it